sabato 28 aprile 2012

Riciclo creativo: orecchini fiori di plastica

La mia amica Evelin, maestra pasticcera (da lei ha imparato Roberta per la torta di Natale), è andata a prendere gli ultimi accordi per una fiera dedicata al riciclo indossando un paio di miei orecchini di carta (non so se i Vintage Kitchen o quelli delle accanite lettrici) e il responsabile le ha fatto i complimenti, seguiti da un "li ha fatti una mia amica", e dalla proposta di tenere un piccolo laboratorio ricicloso.
Visto che alla stessa fiera partecipa Isabella (delle sue lampade riciclate dalle bottiglie di plastica ne ho parlato l'anno scorso) le ho chiesto di collaborare e portare un progetto di orecchini con fiori e foglie riciclate da plastica PET.
Per chi non abita in zona e non potrà esserci domani alle 11.30 a Burebu (vedi in fondo al post le info) ecco in anteprima il tutorial per gli orecchini floreal riciclosi:

Tagliare la parte centrale di una bottiglia di plastica con delle forbici robuste (secondo me le migliori sono queste da elettricissta). Non ervono cerchi perfetti, quindi io li ho tagliati a mano libera, ma se si preferisce, si posono prima disegnare con un pennarello

Il cerchio più grande l'ho ritagliato creando 4 petali arrotondati

Il cerchio più piccolo ha invece molti tagli diritti verso il centro

Con l'aiuto di una candela si arrontondano e modellano i bordi, evitando di andare troppo vicino (la plastica non deve produrre fumo - nocivo - o annerirsi)

Un po' alla volta si fa prendere la forma deiderata, nel mio caso a campanella, e si fanno dei piccoli fori al centro

Finiti i fiori si passa a comporre: io ho usato del cavetto in acciaio ricoperto, schiaccini, perline e cristalli

Ho tagliato circa 20 cm di cavetto, inserito lo schiaccino e fissato, per l'attaccatura dell'orecchino

Per il gambo ho ricoperto con piccoli tubicini trasparenti metallizzati

Quindi una coppettina a stella prima del fiore più grande e una tra i due fiori

Quindi altri 3 perline a cilindro e una perla in cristallo barocca prima dello schiaccino finale

Per il secondo filo ho ritagliato 3 semplici foglie in grandezze diverse

Bucate con un punteruolo (attenzione!)

e modella anche le foglie con la candela

e infilate intercalando fogliolina in pet a tubicini e altre perline trasparenti, chiuso anche qui con due schiaccini e inserito il gancio a monachella
Ecco il primo modello di orecchini e una seconda alteranativa dove ho invece usato il filo argentato e perle a goccia trasparente/perlate e creato a mano il lungo gancio ovale

BUREBU

Il riciclo ed il riuso sono ormai entrati a far parte della nostra cultura. Da soli non si cambia il mondo ma ogni gesto, anche il più piccolo, fa la differenza. I Comuni di Fumane e San Pietro in Cariano organizzano, per domenica 29 aprile nella frazione di Bure di San Pietro in Cariano, una giornata interamente dedicata al riciclo e al riuso nell’arte, nel cibo e nel gioco.
Saranno presenti artisti che esporranno le proprie opere e dedicheranno parte del loro tempo alla creazione di oggetti con bambini e adulti attraverso laboratori.
Verranno esposti alcuni lavori degli alunni degli Istituti Comprensivi e/o scuole paritarie di entrambi i Comuni, realizzati durante l’anno scolastico.
Per organizzare al meglio l’iniziativa la frazione verrà parzialmente chiusa al traffico.
Fra gli artisti presenti ci saranno: Sergio Zandonella Golin, Tiziana Ceschi, Damiano Brognara, Roberto Bravi, Ombretta Ronca, Associazione Disegni, Maria Teresa Padovani, Sara Zanoni, Claudio Gelpi, Massimo Marchiori, Afran (Francis Abiamba), Ruggero Cattonar, Ginevra Serego Alighieri, Maria Teresa Padovani con Chiara Urgo, Serena Signorini, Wolodymyr Teren, Lucia Danca, Ilenia Rossit e poi la Cooperativa Maggiociondolo, Cooperativa sociale Mattaranetta, Franco Bertucco, Sergio Cristini, Laura Toffaletti e Ilaria Prodomi, il video “Il mago Alfredo e la magica sobrietà” di Daniele Fenudi e Alessandro Frediani della Caritas di Lucca e Regione Toscana e ancora Graziella Menichelli con Maurizio Gioco, Mastro Bottiglia, Isabella Bellinazzo, Art Frigò (Piero Cortese e Marta Bassotto) e tante altre curiosità, come le piccole e colorate arnie e le api realizzate dai bambini della maestra Fiorenza di Breonio.
Portate anche i vostri ombrelli rotti che, con l’aiuto di Lucia, diventeranno dei bellissimi shoppers da utilizzare per la spesa!
Gli artisti, le mostre ed i laboratori saranno attivi dalle ore 11 sino al tramonto. Inoltre sempre dalle ore 11 ci sarà la possibilità di giocare a scacchi, partite amichevoli ed in simultanea, grazie agli istruttori dell’Associazione Dilettantistica Scacchi Valpolicella.
Non mancherà una parentesi culinaria, all’ora di pranzo, proposta dal Comitato Sagra dell’Anguria.
Dalle ore 13 sarà attivo il “Mercato del Baratto”, organizzato dal Centro Famiglia di Fumane: si potranno scambiare giochi, giocattoli, libri e giornalini per bambini/ragazzi. Alla chiusura del mercatino ognuno porterà via le proprie cose non scambiate in quanto riciclabili e quindi “preziose”.
E’ prevista  una passeggiata ludico/ecologica denominata “Giocalonga” nelle campagne, tra la frazione di Bure ed il Comune di Fumane, aperta a tutti, soprattutto ai bimbi, organizzata dall’associazione Tekazù: la partenza è prevista per le ore 15,30 davanti ai giardini della chiesa. Fata Flora aiutata dai bambini cercherà di fermare il piano diabolico di Mr. Smog che vuole inquinare i verdi prati della Valpolicella.
Al ritorno ci aspetta una ricca merenda in corte Bonafini/Quintarelli: una torta, impastata con il pane secco riciclato e cotta dal panificio Valetti.
Durante la manifestazione è inoltre disponibile materiale informativo di carattere turistico-ambientale di entrambi i comuni.
Info. Ufficio Ecologia Comune di Fumane 045 6832824 e Comune di San Pietro in Cariano 045 6832180 e nei rispettivi siti internet



8 commenti:

  1. grazie martina:*** non ho inventato niente, ma anch'io sono soddisfatta del risultano, e pesano niente! :))) buon fine settimana

    RispondiElimina
  2. non riesco a venire alla fiera ma sono incantata dagli orecchini!
    Preferisco la seconda variante, molto elegante! l'unica cosa è che ho fatto un po' fatica a seguire il tutorial... per i colori!!! Materiali bianchi/traspa su fondo bianco!
    Ciao Nico! ;)

    RispondiElimina
  3. Sei geniale!!! Complimenti

    RispondiElimina
  4. Posso chiedere di che diametro è il filo con cui ha realizzato la seconda variante? Non sono un'esperta e non vorrei fosse troppo grosso o troppo sottile: non vorrei né farmi male al lobo né avere una robaccia informe :-)

    RispondiElimina
  5. laura: il diametro perfetto per i fili è il 0.9 mm, ma difficile da trovare, puoi usare lo 0.8 o l'1...

    RispondiElimina
  6. La plastica è un materiale che circonda la nostra vita. Leggera, colorata e pratica la troviamo quotidianamente in mille usi diversi. Quello che dobbiamo imparare a fare è differenziarla per salvaguardare l’ambiente oppure riciclarla noi stessi, e qui la fantasia può sbizzarrirsi.
    Abbiamo visto le tue creazioni e ci piacerebbe darti l’opportunità di condividerle sulla nostra fanpage così da regalarti visibilità e aiutarti a far conoscere i tuoi oggetti. In cambio noi potremmo diffondere la filosofia del riciclo e aumentare la consapevolezza negli altri.
    Diventa fan della nostra pagina e pubblica le tue creazioni quando vuoi a questo indirizzo: http://www.facebook.com/Corepla
    Ti aspettiamo!

    Il team di Corepla

    N.B: Corepla è il Consorzio nazionale senza scopo di lucro per la raccolta e il riciclo degli imballaggi in plastica, istituito per legge nel 1997, che assicura il ritiro del materiale raccolto in più del 90% dei Comuni italiani, riciclando o recuperando così quasi 700.000 tonnellate di imballaggi.
    Visita: www.corepla.it


    RispondiElimina

Grazie, i vostri commenti sono la più gradita ricompensa
Thank you, your comments are my reward